Notizie dal mondo del food and beverage

Innovazioni e tecnologie nel settore della birra



La produzione della birra si è evoluta: dagli antichi metodi artigianali nati in Mesopotamia attraverso l’era industriale, quando la birra veniva prodotta in fabbrica per le masse.

 

 

Oggi, grazie alle nuove tecnologie, la produzione di birra si è raffinata e ha permesso all’Italia di raggiungere alti standard che permettono di produrre un prodotto altrettando buono, se non più buono ancora delle grandi birre belghe o tedesche.

 

Questo grazie alle innovazioni introdotte nelle varie fasi di lavorazione come, per esempio, la cottura del mosto di birra che ora può avvenire grazie processi di cavitazione idrodinamica controllata. Il primo a mettere in ptarica queste tecnica è stato il Birrificio San Gimignano a Barberino Val d’Elsa (FI) che ha avviato queste tecnica particolare.

 

 

Cos'è la cavitazione idrodinamica?

Con la cavitazione idrodimanica, in pratica, il malto non viene macinato e ciò permette una conversione enzimatica del mosto e un utilizzo del luppolo molto più veloci ed efficienti, senza applicazione diretta di fonti di calore.

 

'La cavitazione idrodinamica – ha spiegato Stefano Botto, socio fondatore Birrificio San Gimignano - permette così l'eliminazione di alcune fasi del processo produttivo, come la triturazione a secco dei grani e la bollitura del mosto, garantisce migliori proprietà strutturali della birra e una maggiore durata di conservazione''.

 

Ma come funziona?

Praticamente, una pompa spinge il mosto velocemente in un imbuto creando una forte pressione e quindi un innalzamento delle temperature permettendo di sostituire il processo di produzione di bollitura utilizzato per 10.000 anni sino ad oggi. Questa novità nella porterà a un punto di svolta nelle modalità produttive della birra riducendo i tempi e aumentando, quindi, la produzione.

 

La tecnologia è stata industrializzata dalla società Officina Meccanica G.b.l. S.r.l., con l'assistenza dell'Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr-Ibimet) e di altre importanti aziende. ''Il nostro birrificio è coinvolto in questo progetto - conclude Botto - perché sono convinto che la ricerca sia un elemento fondamentale per creare una tradizione birraia italiana, e se vogliamo che questo duri nel tempo dobbiamo creare una tradizione''.

 

 

Beer Attraction 2019

Anche di questa tecnologia come di altre si parlerà a Beer Attraction 2019, la fiera internazionale dedicata alle specialità birrarie, birre artigianali, bevande e food per il canale Horeca. Beer Attraction, giunto alla sua quinta edizione, è diventato punto di riferimento per tutti gli operatori del foodservice. Da un lato è presente la più completa offerta nazionale internazionale di birre e bevande, dall’altro, con il brand FOOD ATTRACTION , tutto il food per il canale horeca.

 

Beer Attraction, insieme a Food Attraction , si distingue nel panorama internazionale per il suo format originale e innovativo che unisce le specialità birrarie alle specialità food per la ristorazione fuori casa. L'evento è in programma da sabato 16 a martedì 19 febbraio 2019, si rivolge esclusivamente agli operatori professionali della filiera. Solo la giornata di sabato 16 febbraio è aperta anche al mondo dei foodies e beer lovers.

 

 

17 dicembre 2018
© Riproduzione riservata